Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Area Affari Generali / Settore Servizi Demografici / ELETTORALE / REFERENDUM / REFERENDUM SULLE TRIVELLAZIONI

REFERENDUM SULLE TRIVELLAZIONI

domenica 17 aprile 2016

PERCHÉ SI VOTA

QUANDO SI VOTA

COME SI VOTA

QUORUM - COSA SUCCEDE SE VINCE IL SÌ E SE VINCE IL NO

 

ELETTORI / AFFLUENZA AL VOTO / SCRUTINIO

(dati riferiti a Pompiano e a tutti i Comuni della Provincia disponibili in tempo reale sul sito della Prefettura di Brescia)

 

 

PERCHE’  SI VOTA

Gli italiani saranno chiamati ad esprimersi sul tema delle trivellazioni in mare per la ricerca e l’estrazione di gas e petrolio. Il referendum è abrogativo, cioè si propone di cancellare l’articolo del codice dell’ambiente che permette le trivellazioni fino a quando il giacimento è in vita. A proporlo sono stati nove consigli regionali –Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Veneto– preoccupati per l’impatto ambientale e sul turismo delle attività estrattive in corso entro le 12 miglia dalle coste italiane.

Il referendum non riguarda le concessioni per nuove trivellazioni, che sono già vietate entro le 12 miglia dalla costa dal codice dell’ambiente, ma la possibilità per gli impianti esistenti di proseguire le attività estrattive in corso finché i giacimenti non saranno esauriti. Le concessioni per le trivelle attive in Italia sono oggi 31, di cui 5 non produttive nel 2015.

 

QUANDO SI VOTA

Nella giornata di domenica 17 aprile 2016, dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

 

COME SI VOTA

Tutti i cittadini italiani maggiorenni possono esercitare il diritto al voto presentandosi al proprio seggio elettorale (quello indicato sulla tessera elettorale personale) con un documento d’identità e la tessera personale.

Chi avesse smarrito la tessera elettorale, può chiederne il duplicato all’Ufficio Elettorale del Comune, che rimarrà aperto durante tutta la durata delle operazioni di votazione.

La scheda per votare è una sola, gialla.

Per votare si dovrà apporre un segno sugli spazi “sì” o “no” relativi a questa domanda:

Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”?

Votando sì, si esprime la volontà di abrogare l’attuale norma; votando no si manifesta la volontà di mantenere la normativa esistente.

 

COSA SUCCEDE…SE VINCE IL SÌ E SE VINCE IL NO

Perché sia valido, il referendum dovrà raggiungere il quorum, ovvero la partecipazione del 50% più uno degli aventi diritto.

SE VINCE IL SÌ

Se vince il sì, le società petrolifere dovranno mettere fine alle proprie attività di ricerca ed estrazione alla scadenza fissata dalle relative concessioni, e quindi secondo la data stabilità al momento del rilascio dell’autorizzazione, indipendentemente dalle condizioni del giacimento. Lo stop, quindi, non sarebbe immediato, ma arriverebbe solo alla scadenza dei contratti già attivi.

SE VINCE IL NO

Se vince il no -o in caso di mancato raggiungimento del quorum-, le attività di ricerca ed estrazione non avranno una data di scadenza certa, ma potranno proseguire fino all’esaurimento dei giacimenti interessati.

Le concessioni attualmente in essere avevano una durata di trent’anni con la possibilità di due successive proroghe, di dieci e di cinque anni. Con una modifica apportata al testo in materia dall’ultima legge di stabilità potrebbero, però, rimanere “per la durata di vita utile del giacimento”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Azioni sul documento

portale dei pagamenti

Fatturazione elettronica

Albo comunale dei volontari civici

bonus energetici

Raccolta differenziata porta a porta

IUC

logo_IUC

Fotovoltaico

Tempo reale
immagine fotovoltaico
Produzione energia elettrica impianto fotovoltaico installato sull'auditorium comunale

Per accedere usare
User: comunepompiano
Password: cmkeueir

 

Links

Comune di Pompiano

Piazza Sant'Andrea, 32 - C.A.P. 25030 Pompiano (BS)
Tel. 0309462011


Casella di posta certificata

protocollo@pec.comune.pompiano.brescia.it


P.IVA 00612510982