Strumenti personali

SERVIZIO PASTI CALDI

Cambia la ditta fornitrice dei pasti caldi!  A seguito dell’espletamento di apposita gara informale, infatti, la ditta CAMST Soc. Coop. a r.l. si è aggiudicata la gestione del servizio per i prossimi due anni scolastici (2014/2015 e 2015/2016).

Per l’anno scolastico 2014/2015, inoltre, è previsto un miglioramento qualitativo del servizio, mediante l’introduzione di stoviglie in materiali riutilizzabili (melammina), in sostituzione del materiale a perdere sino ad ora utilizzato, nonché l’introduzione di erogatori di acqua potabile in sostituzione delle bottigliette in plastica; tale soluzione persegue il duplice obiettivo di migliorare la qualità del servizio reso all’utenza e, nel contempo, di porre attenzione e sensibilizzare i bambini e le famiglie sulle tematiche ambientali (riduzione dei rifiuti non riciclabili; riduzione dello spreco dell’acqua).

 
Il costo unitario del buono-pasto, in vigore per l’anno scolastico 2014/2015, è determinato nell’importo di € 4,42.
Al fine di garantire il buon funzionamento della mensa scolastica, vengono elencate di seguito alcune fondamentali regole alle quali tutti gli utenti del servizio devono strettamente attenersi.
 
1.      MODALITA’ DI ISCRIZIONE ALLA MENSA
La richiesta di iscrizione, presentata mediante la compilazione di apposito modulo scaricabile qui e disponibile in formato cartaceo presso l’ufficio Socio Culturale del Comune, è da ritenersi valida per tutto il percorso di studi dello studente (ovvero fino alla classe quinta per la scuola primaria e fino alla classe terza per la scuola secondaria di primo grado).
L’iscrizione al servizio è vincolante per l’intero anno scolastico; eventuali disdette dovranno essere comunicate per iscritto e giustificate da gravi e comprovati motivi; diversamente, verrà addebitata una penale per la disdetta, forfetariamente determinata nell’importo di € 50,00.
In caso di prolungate assenze non giustificate, l’utente potrà essere depennato d’ufficio dal servizio, con l’addebito della predetta penale di € 50,00.
Le iscrizioni in corso d’anno verranno preventivamente concordate con la scuola, subordinatamente alla disponibilità dei posti.
 
2.      MENU’ DELLA MENSA SCOLASTICA
Gli alunni che utilizzano la mensa sono tenuti a seguire il menù predisposto dai dietisti della ditta fornitrice dei pasti e approvato dai competenti organi di controllo dell’A.S.L.     
Si ricorda che presso la mensa scolastica è fatto divieto consumare qualsiasi alimento che non provenga dalla ditta fornitrice dei pasti.
 
3.      ALLERGIE E INTOLLERANZE EVENTUALI
Qualora un alunno avesse intolleranze o allergie verso determinati alimenti è necessario presentare un certificato del medico specialista (pediatra, dietista, dietologo, nutrizionista) e la relativa prescrizione dietetica (Linee guida della regione Lombardia per la ristorazione scolastica).
 
4.      DIETA LEGGERA
Comunemente chiamata “dieta in bianco”, deve essere richiesta per iscritto dal genitore e deve avere durata limitata.
 
5.      DIETA PER MOTIVAZIONI RELIGIOSE O IDEOLOGICHE
Tali esigenze particolari, da dichiarare preventivamente sul modulo per l’iscrizione al servizio, non richiedono certificato medico.
 
6.      DISGUSTI INDIVIDUALI
Il disgusto individuale è l’atteggiamento di estrema repulsione che si manifesta all’assaggio e/o all’odore di uno o più alimenti (Linee guida della regione Lombardia per la ristorazione scolastica).
Solo nel caso in cui l’alunno manifesti un rifiuto assoluto dei cibi non graditi e lo stesso non risulti in alcun modo superabile, i genitori potranno chiedere per iscritto la sostituzione del piatto con un altro tra quelli disponibili. Si raccomanda, comunque, ai genitori di chiedere i cambi solo nei casi più gravi, per non creare squilibri nella dieta.
 
7.      RUOLO EDUCATIVO DELLA MENSA
Il comportamento degli alunni nella mensa è stabilito dal regolamento di plesso che viene rivisto annualmente dagli insegnanti. Si ritiene opportuno ribadire il ruolo educativo del pasto in mensa, come strumento per indirizzare il bambino verso un’alimentazione appropriata.
 
8.      COMPORTAMENTO DEGLI ALUNNI IN MENSA
Il comportamento degli alunni durante l’utilizzo della mensa deve essere serio ed educato. Qualora un alunno manifesti comportamenti inadeguati, gli insegnanti informeranno i genitori con una comunicazione scritta. Nel caso in cui l’alunno continui a comportarsi in modo inadeguato, gli insegnati convocheranno i genitori per concordare le misure più idonee per limitare tali comportamenti.
Si evidenzia che per gravi e ripetuti comportamenti scorretti è prevista la sospensione dal servizio.
 
Si riportano di seguito, inoltre, le informazioni necessarie per il PAGAMENTO del servizio:
 
¨     il costo del pasto caldo (pari al costo unitario applicato al Comune dalla ditta aggiudicataria il servizio = € 4,42) è posto interamente a carico degli utenti; non viene richiesta, invece, alcuna compartecipazione relativamente agli ulteriori oneri gestionali (assistenza del personale docente, prestazioni del personale amministrativo, spese per invio note di addebito, utenze, etc.).
 
¨     analogamente aglli scorsi anni, le famiglie potranno procedere all’acquisto preventivo dei “buoni-pasto” nel quantitativo desiderato, e, comunque, nel quantitativo minimo di n. 10 buoni-pasto (ovvero i buoni-pasto saranno disponibili in decine); solo nel mese di maggio, approssimandosi la fine dei rientri pomeridiani, i buoni-pasti potranno essere acquistati anche in quantitativi inferiori a dieci.
 
¨     l’acquisto dei buoni-pasto potrà essere effettuato  con le seguenti modalità:
 
Ø      per cassa, presso la Tesoreria Comunale, Banco Popolare Soc. Coop., Agenzia di Pompiano: a fronte dell’avvenuto pagamento, l’addetto della banca provvederà immediatamente a consegnare i buoni-pasto nel quantitativo acquistato;
 
Ø      mediante pagobancomat POS, presso il medesimo Servizio Socio-Culturale del Comune, (la relativa commissione bancaria -attualmente determinata in € 0,50 + lo 0,50% del transato- sarà posta interamente a carico dell’utente);
 
Ø      mediante servizio di domiciliazione bancaria (SDD Core - ex RID), con addebito diretto sul conto corrente indicato nel modulo di iscrizione al servizio pasti caldi (la relativa commissione bancaria -attualmente determinata in  € 1,00- sarà posta interamente a carico dell’utente): gli utenti potranno indicare agli uffici comunali, con apposito modulo, il quantitativo di buoni-pasto che intendono acquistare, nonché la scadenza del relativo addebito e le modalità di ritiro degli stessi (presso gli uffici comunali o mediante consegna all’alunno presso la scuola);
 
¨     L’ammissione al servizio pasti caldi sarà subordinata al possesso dei necessari buoni-pasto: giornalmente, nel confermare la propria presenza in mensa, ogni alunno dovrà consegnare al personale ATA un buono-pasto, sul quale avrà apposto il proprio nome e cognome.
NON saranno ammessi al servizio gli alunni sprovvisti del buono-pasto.
 
¨     I buoni-pasto per l’anno scolastico 2014/2015  sono validi fino all’ 8 giugno 2015; gli stessi, pertanto, NON potranno essere utilizzati negli anni scolastici successivi.
Alla fine dell’anno scolastico, e, comunque, entro il 30 giugno, gli utenti potranno chiedere il RIMBORSO di eventuali buoni-pasto non consumati; gli stessi dovranno essere allegati alla richiesta di rimborso, da consegnare presso gli uffici comunali.

Azioni sul documento

portale dei pagamenti

Fatturazione elettronica

Albo comunale dei volontari civici

bonus energetici

IUC

logo_IUC

Portale della trasparenza gestione rifiuti urbani

Raccolta differenziata porta a porta

Fotovoltaico

Tempo reale
immagine fotovoltaico
Produzione energia elettrica impianto fotovoltaico installato sull'auditorium comunale

Per accedere usare
User: comunepompiano
Password: cmkeueir

 

Links

Comune di Pompiano

Piazza Sant'Andrea, 32 - C.A.P. 25030 Pompiano (BS)
Tel. 0309462011


Casella di posta certificata

protocollo@pec.comune.pompiano.brescia.it


P.IVA 00612510982



Dichiarazione di accessibilità 2021