Strumenti personali

NUOVI BANDI PER L'EMERGENZA ABITATIVA

domande dal 23 aprile al 17 maggio 2019

 

 

 

 

I Comuni dell'ambito n. 8 hanno indetto i seguenti bandi per contenere e contrastare l'emergenza abitativa:

  1. Bando per interventi volti al contenimento dell'emergenza abitativa: morosità incolpevole - DGR n. 6544 del 3.10.2016
  2. Bando per interventi volti al contenimento dell'emergenza abitativa e al mantenimento dell'abitazione in locazione - DGR n. 606 del 1.10.2018

 

RIVOLGERSI AL PROPRIO COMUNE DI RESIDENZA
UFFICIO SERVIZI SOCIALI
DAL 23 APRILE 2019 AL 17 MAGGIO 2019

Per il Comune di Pompiano è necessario fissare un appuntamento con l'assistente sociale.

 

 

1. Bando per interventi volti al contenimento dell'emergenza abitativa: morosità incolpevole - DGR n. 6544 del 3.10.2016

FINALITÀ DELL'INTERVENTO
L’iniziativa promossa da Regione Lombardia e qui prevista ha la finalità di contrastare l’emergenza abitativa che coinvolge persone in condizioni di morosità incolpevole soggette a provvedimenti di sfratto, residenti in Comuni caratterizzati da condizioni di alto disagio abitativo individuati dalla programmazione regionale e si pone in continuità con iniziative attuate nell’ultimo triennio dalla Regione sulla base di una strategia di intervento che integra iniziative di riconoscimento di contributi a fondo perduto ad azioni più innovative, mirate all’accesso e al mantenimento dell’abitazione in locazione e al contenimento degli sfratti e della morosità incolpevole.
L’Assemblea dei Sindaci, nella seduta del 28/3/2019 ha deliberato di utilizzare le risorse residue pari ad € 36.583,66 destinate all’Ambito 8 dal Comune di Orzinuovi in qualità di Comune ad elevata tensione abitativa.

TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI
I contributi concessi sono finalizzati:
a) fino ad un massimo di € 8.000,00 per sanare la morosità incolpevole accertata dal Comune, qualora il periodo residuo del contratto in essere non sia inferiore ad anni due, con contestuale rinuncia da parte del proprietario alla esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile;
b) fino ad un massimo di € 6.000,00 per ristorare la proprietà dei canoni corrispondenti alle mensilità di riferimento qualora il proprietario dell’immobile consenta il differimento dell’esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile per il tempo necessario a trovare un’adeguata soluzione abitativa all’inquilino moroso incolpevole;
c) assicurare il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione;
d) assicurare il versamento di un numero di mensilità relative ad un nuovo contratto da sottoscrivere a canone concordato fino alla capienza del contributo massimo complessivamente concedibile di € 12.000,00.
I contributi di cui alle lettere c) e d) possono essere corrisposti dall’Ufficio di Piano in un’univa soluzione contestualmente alla sottoscrizione di un nuovo contratto.
Per il riconoscimento del contributo i nuovi contratti di locazione devono essere stipulati preferibilmente a canone concordato, ma potranno anche essere a canone convenzionato o agevolato e comunque inferiore al libero mercato.

DESTINATARI E CRITERI DI ACCESSO ( AI SENSI DELL’ART. 3 D.M. 30/03/2016)
I contributi sono destinati ad inquilini titolari di contratti di locazione sul libero mercato, sottoposti a provvedimenti di sfratto, che si trovano in condizioni di morosità incolpevole.
Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo in ragione della perdita o della consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.
La perdita o la consistente riduzione della capacità reddituale di cui sopra possono essere dovute, a titolo esemplificativo e non esaustivo, ad una delle seguenti cause:
1. licenziamento;
2. mobilità;
3. cassa integrazione;
4. mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
5. accordi aziendali e sindacali con riduzione dell’orario di lavoro;
6. cessazioni di attività libero-professionali o di impresa;
7. malattia grave;
8. infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo.

 

2. Bando per interventi volti al contenimento dell'emergenza abitativa e al mantenimento dell'abitazione in locazione - DGR n. 606 del 1.10.2018

Con D.G.R. n. 606 del 1/10/2018 sono stati assegnati all’Ambito € 19.606,00 per sostenere iniziative finalizzate al mantenimento dell’abitazione in locazione (con esclusione dei Servizi Abitativi Pubblici) attraverso le seguenti misure:

  • MISURA 2: Sostenere famiglie con morosità incolpevole ridotta, che non abbiano un sfratto in corso, in locazione sul libero mercato o in alloggi in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali, ai sensi della L. R. 16/2016, art.1 c.6

Caratteristiche dei nuclei familiari beneficiari:
a. residenza da almeno 5 anni in Regione Lombardia di almeno un membro del nucleo familiare;
b. non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
c. non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
d. ISEE max fino a € 15.000,00;
e. morosità incolpevole accertata in fase iniziale (fino a € 3.000,00). Non concorrono al calcolo della morosità le spese per le utenze (acqua, gas e luce) e le spese condominiali;
f. sono esclusi i soggetti titolari di contratti di affitto con patto di futura vendita.

Massimali di Contributo:
- Fino a € 1.500 ad alloggio/contratto o fino alla copertura del debito;
- Fino a € 2.500 nel caso di disponibilità da parte del proprietario a modificare il canone in “concordato” o a rinegoziare a canone più basso.

  • MISURA 3: Sostenere temporaneamente nuclei familiari che hanno l’alloggio di proprietà “all’asta”, a seguito di pignoramento per mancato pagamento delle rate di mutuo

Caratteristiche dei nuclei familiari beneficiari:
a. residenza da almeno 5 anni in Regione Lombardia di almeno un membro del nucleo familiare;
b. ISEE max fino a € 26.000,00
Massimali di Contributo:
- Fino a € 5.000 ad alloggio/contratto o fino alla copertura del debito
- MISURA 4: Sostenere nuclei familiari, in locazione sul libero mercato o in alloggi in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali (ai sensi della L. R. 16/2016, art.1 c.6) il cui reddito provenga esclusivamente da pensione.

Caratteristiche dei nuclei familiari beneficiari:
a. residenza da almeno 5 anni in Regione Lombardia di almeno un membro del nucleo familiare;
b. non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;
c. non essere in possesso di alloggio adeguato in Regione Lombardia;
d. ISEE max fino a € 15.000,00;
e. sono esclusi i soggetti titolari di contratti di affitto con patto di futura vendita.

Massimali di Contributo:
- Fino a € 1.500 a alloggio/contratto

Azioni sul documento

portale dei pagamenti

Fatturazione elettronica

bonus energetici

Raccolta differenziata porta a porta

IUC

logo_IUC

Fotovoltaico

Tempo reale
immagine fotovoltaico
Produzione energia elettrica impianto fotovoltaico installato sull'auditorium comunale

Per accedere usare
User: comunepompiano
Password: cmkeueir

 

Links

Comune di Pompiano

Piazza Sant'Andrea, 32 - C.A.P. 25030 Pompiano (BS)
Tel. 0309462011 - Fax 0309460940


Casella di posta certificata

protocollo@pec.comune.pompiano.brescia.it


P.IVA 00612510982