Strumenti personali

Buoni spesa Covid-19

ADOZIONE DI MISURE URGENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE ATTRAVERSO L’EROGAZIONE DI “BUONI SPESA” A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

 

Con il cosiddetto “Decreto Ristori-ter” sono state assegnate al Comune di Pompiano nuove risorse per l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare.

I cittadini e/o nuclei familiari residenti a Pompiano in accertata difficoltà economica possono presentare domanda di assegnazione dei buoni-spesa per l’acquisto di generi alimentari e articoli di prima necessità. 

Scarica l’avviso pubblico / Verifica i requisiti di accesso ed i criteri di concessione.

COMPILA LA DOMANDA ON-LINE

 

_______________________

TESTO DELL'AVVISO:

IL RESPONSABILE DELL'AREA AMMINISTRATIVA-AFFARI GENERALI

Richiamati i seguenti provvedimenti:

  • l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 30.03.2020, recante: “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”;
  • l’art. 2 “Misure urgenti di solidarietà alimentare” del Decreto Legge 23 novembre 2020, n. 154 (cosiddetto “Decreto Ristori ter”), che istituisce un ulteriore fondo di 400 milioni di euro da distribuire ai Comuni, per permettere loro di erogare buoni spesa e/o generi alimentari a persone e famiglie in difficoltà, secondo la medesima disciplina di cui alla succitata Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658/2020. Il Comune di Pompiano risulta beneficiario di un fondo di complessivi € 22.368,65;
  • la deliberazione della Giunta Comunale n. 99 del 15.12.2020, dichiarata immediatamente eseguibile;

 

RENDE NOTO CHE:

i cittadini e/o nuclei familiari di Pompiano in accertata difficoltà economica possono presentare domanda di assegnazione dei buoni-spesa per l’acquisto di generi alimentari e articoli di prima necessità. 

Ai sensi di quanto disposto dall’art. 2, comma 6, della succitata Ordinanza n. 658/2020, l’Ufficio Servizi Sociali individuerà “la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico”.

I buoni spesa potranno essere utilizzati esclusivamente presso gli esercizi commerciali siti sul territorio di Pompiano, secondo indicazioni dell’Amministrazione Comunale.

I buoni-spesa potranno essere utilizzati esclusivamente per l’acquisto di alimenti e beni di prima necessità (ad es. prodotti essenziali per l’igiene personale e la pulizia dell’alloggio, farmaci, prodotti per la prima infanzia quali pannolini, latte in polvere, etc.); non potranno essere utilizzati per l’acquisto di altre tipologie di prodotti di non stretta necessità (ad es. alcolici, sigarette, lotterie istantanee, cosmetici, abbigliamento, elettrodomestici, prodotti di cartoleria, ricariche telefoniche, etc.).

Le domande saranno finanziate previo accertamento dei requisiti, a seguito di verifica del fabbisogno da parte del Settore Socio Culturale e dell’Amministrazione Comunale, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

CRITERI DI ACCESSO

Possono presentare domanda le persone residenti a Pompiano che si trovino in una o più delle seguenti condizioni:

  1. totalmente privi di reddito;
  2. abbiano perso il lavoro -dipendente o nelle varie forme flessibili- a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19 (ovvero successivamente al 23 febbraio 2020) e siano tuttora disoccupati;
  3. abbiano dovuto sospendere o chiudere la propria attività professionale/artigianale/commerciale/etc.  a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19 (ovvero successivamente al 23 febbraio 2020) e che siano tuttora inattivi;
  4. abbiano subito una riduzione delle proprie entrate mensili da attività lavorativa (dipendente, flessibile, autonoma..) in misura superiore al 50%;
  5. disoccupati o inoccupati già da prima dell’emergenza sanitaria, appartenenti a famiglie senza altre entrate reddituali e/o in condizioni di fragilità economica;
  6. anziani soli, percettori della sola pensione minima o sociale;
  7. nuclei in situazione di fragilità economica in cui sia presente un componente disabile;
  8. nuclei monogenitoriali in condizioni di fragilità economica;
  9. abbiano affrontato spese significative e dimostrabili in conseguenza dell’epidemia sanitaria (ad es. spese sanitarie, assunzione di colf/badanti per l’assistenza ai componenti fragili);
  10. nuclei che già in precedenza mostravano fragilità sociali ed economiche, acuite dall’attuale situazione di emergenza sanitaria;
  11. beneficiari di strumenti pubblici di sostegno al reddito (ad es. Reddito di cittadinanza,  Naspi, mobilità, integrazioni salariali) attualmente sospesi. 

L’Assistente Sociale potrà confermare ed eventualmente segnalare direttamente situazioni di particolare fragilità sociale ed economica già note e/o prese in carico.

Ai sensi della succitata Ordinanza n. 658/2020 hanno accesso prioritario ai buoni spesa i nuclei familiari che non percepiscono altre forme di sostegno pubblico e/o ammortizzatore sociale. Potranno essere comunque valutate eventuali istanze avanzate da persone che percepiscono sostegno pubblico e/o ammortizzatori sociali in misura insufficiente per rispondere ai bisogni primari del nucleo familiare, a fronte di spese necessarie e documentabili (ad es. canone di locazione, mutuo, utenze, spese sanitarie).

 

CRITERI DI CONCESSIONE E VALORE DEI BUONI SPESA

I buoni spesa saranno erogati a seguito dell’analisi del fabbisogno da parte del Settore Socio Culturale e dell’Amministrazione Comunale, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

La valutazione delle istanze terrà conto della situazione dell’intero nucleo familiare e non del singolo richiedente, anche sulla base delle informazioni già note agli uffici comunali e/o verificabili mediante la consultazione delle banche dati di altri enti.

Non si procederà all’assegnazione di punteggi né alla formulazione di alcuna graduatoria.

Ai beneficiari verranno assegnati buoni spesa per il seguente importo massimo:

N. COMPONENTI DEL NUCLEO FAMILIARE

IMPORTO MASSIMO

1

€  200,00

2 – 3

€  300,00

4 – 5

€  400,00

6 o più

€  500,00

Tali importi devono intendersi determinati in misura presunta ed in linea generale; gli importi effettivi del contributo potranno essere valutati e riparametrati in relazione alla condizione socio-sanitaria e/o socio-economica del beneficiario, tenendo conto di specifiche situazioni, del numero e della tipologia dei componenti il nucleo familiare, nonché dei bisogni urgenti e contingenti dello stesso.

E’ fatta salva la facoltà di procedere ad ulteriori erogazioni a favore del medesimo beneficiario/nucleo familiare laddove la situazione emergenziale si prolungasse nel tempo ed il nucleo familiare continuasse a versare in stato di bisogno.

MODALITA’ DI FRUIZIONE DEI BUONI-SPESA

I buoni spesa potranno essere spesi esclusivamente presso gli esercizi commerciali alimentari del territorio indicati dal Comune di Pompiano, entro n. 2 (due) mesi dalla data di erogazione.

I buoni spesa sono personali, non trasferibili né cedibili a terzi, e non possono in alcun modo essere convertiti in denaro contante; possono essere utilizzati -in una o più soluzioni- per il pagamento del conto, sino a concorrenza del valore dello stesso, senza possibilità di ottenere “resti” sul pagamento.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente mediante la compilazione di apposita istanza/dichiarazione sostitutiva on-line, accessibile da questo link anche da smartphone.

In sede di prima applicazione, le domande dovranno essere presentate entro il 21 dicembre 2020; le domande presentate successivamente verranno comunque valutate sino a disponibilità delle risorse assegnate.

CONTROLLI

Il Comune effettuerà i dovuti controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive presentate per l’accesso al beneficio, anche mediante la produzione di specifiche attestazioni e/o la consultazione delle banche dati di altri enti.

Il Comune potrà chiedere, altresì, al dichiarante di produrre documentazione giustificativa di quanto dichiarato.

Si ricorda che, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni, le dichiarazioni mendaci sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia e comportano l’immediata decadenza dal beneficio e la restituzione di quanto indebitamente percepito.

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Il Trattamento dei dati personali per la gestione della procedura amministrativa di cui al presente avviso avrà luogo secondo le disposizioni normative vigenti, comprese le disposizioni speciali di cui al Decreto Legge n. 14/2020 -convertito con modificazioni nella Legge n. 27/2020- collegato all’emergenza sanitaria in atto.

Pompiano, lì 15 dicembre 2020

IL RESPONSABILE DELL’AREA AMMINISTRATIVA-AFFARI GENERALI,  Maria Gavazzoni

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Paganini Alessandra - Tel. 0309462016

 

 

Azioni sul documento

portale dei pagamenti

Fatturazione elettronica

Albo comunale dei volontari civici

bonus energetici

IUC

logo_IUC

Portale della trasparenza gestione rifiuti urbani

Raccolta differenziata porta a porta

Fotovoltaico

Tempo reale
immagine fotovoltaico
Produzione energia elettrica impianto fotovoltaico installato sull'auditorium comunale

Per accedere usare
User: comunepompiano
Password: cmkeueir

 

Links

Comune di Pompiano

Piazza Sant'Andrea, 32 - C.A.P. 25030 Pompiano (BS)
Tel. 0309462011


Casella di posta certificata

protocollo@pec.comune.pompiano.brescia.it


P.IVA 00612510982



Dichiarazione di accessibilità 2021